postcards from beirut

Postcards from Beirut is an artistic court-bouillon in continuous boiling. Its ingredients include: Goyangi soju, phosphores and cones, audio and video, postnuclear bombs, radio waves, gamma rays, latex and vynyl, lye, sarcasm. Postcards from Beirut is useful in case of: boredom, rheumatism, virus, apathy.

Archive for June, 2012

Stradario

Elisabetta Mori (Postcards from Beirut)

Stradario

Obbligo di Transito, a cura di Associazione Culture Attive

Image

San Gimignano, sabato 30 giugno 2012, ore 17

Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Raffaele De Grada

Via Folgore 19, San Gimignano (SI)

http://archiviostradario.wordpress.com

STRADARIO è un archivio sul viaggio, aperto a tutti coloro che vorranno farne parte.

STRADARIO è una raccolta di mappe, guide, souvenir e racconti di viaggio, costruito in modalità

collaborativa. Porta al Museo le tue mappe di città vicine o lontane, le tue guide turistiche recenti o obsolete, le tue cronache di viaggio da e per San Gimignano, il tuo souvenir preferito e inutile.

Lo ameremo, lo cureremo e lo mostreremo.

STRADARIO è aperto a tutti e può essere consultato da tutti.

STRADARIO è composto da tre sezioni: Diario, Map Crossing e Mesticheria Esotica.

Diario: Racconta i tuoi viaggi da e per San Gimignano. Con una foto, una frase, un racconto, una cartolina, un file mp3, un messaggio in segreteria telefonica, un oggetto, un piccolo video, una citazione. Vuoi scrivere un racconto ambientato in un luogo lontano nel tempo o nello spazio e non sai da dove ‘partire’? STRADARIO è l’archivio adatto a te.

Map Crossing: Hai una vecchia mappa di Londra degli anni Settanta? Una carta di percorsi alpinistici in disuso? Una guida ai migliori ristoranti della Roma anni Sessanta? Stiamo raccogliendo mappe e guide di ogni tempo e luogo.

Mesticheria Esotica: Devi far posto in cantina e non sai cosa fare di quei vecchi souvenir improbabili dello zio e della nonna? Inviali o portaceli: li schederemo e li metteremo in libera consultazione.

Una fotocopiatrice sarà a disposizione per raccogliere appunti di viaggio e costruire il tuo percorso.

L’archivio rimarrà aperto per la consultazione e la raccolta materiali

tutti i giorni dal 30 giugno al 1 ottobre 2012 dalle ore 11 alle 17,30.

Indirizzo e Punto Raccolta / Collecting Point:

Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Raffaele De Grada, via Folgore 19, San Gimignano (SI)

Indirizzo alternativo per le spedizioni / Alternate shipping address: Elisabetta Mori, Via Fioravanti 48, Livorno

Per partecipare e per informazioni / To know more about the project:

stradario@postcardsfrombeirut.orghttp://archiviostradario.wordpress.com – tel. 333 4589278

Iniziativa nell’ambito della manifestazione Nottilucente, San Gimignano 30 giugno 2012.

STRADARIO archives consist of a project about travelling, open to everyone who wants to take part in it.

STRADARIO is a collection of maps, guides, souvenirs and stories about travelling, collected in a collaborative

way. Bring your maps of nearby and far-away cities, your old or recent guides, your journals from and to San Gimignano, your favourite useless souvenir to the Museum. We will take care of all of that and show it.

STRADARIO is open to everyone.

STRADARIO is made up of three sections: Diario, Map Crossing and Mesticheria Esotica.

Diario: Tell us about yout journeys from and to San Gimignano. With a photo, a sentence, a story, a postcard, an mp3 file, a message in the answering machine, an object, a small video, a quote.

Would you like to write a novel set in a far place and time? You don’t know where to start from? STRADARIO is the right place for you.

Map Crossing: Have you got an old London map of the Seventies? A guide to ‘the Best restaurants in Rome’ of the Sixties? We are collecting maps and guides of every place and every time.

Mesticheria Esotica: Are you cleaning your apartment out and you don’t know what to do with that old souvenir? Bring that one to us!

A copyprinter will be available for copies and prints.

STRADARIO will be open everyday from July 1st to October 1st, 2012, 11 AM-17.30 PM.

Advertisements

Ufficio Imprevisti del Comune di Firenze

Postcards from Beirut

Ufficio Imprevisti del Comune di Firenze

Image

Otto progetti non ancora realizzati, a cura di Eugenia Delfini

Prendimi in cura da te, a cura di Superfluo Project e Caterina Benvegnù

Padova, dal 22 giugno 2011

Central Park, via Annibale da Bassano 1

Nel mese di ottobre 2010 Postcards from Beirut viene convocato per un colloquio dall’allora Assessore alla Cultura e alla Contemporaneità del Comune di Firenze, Giuliano da Empoli.

A Palazzo Vecchio, nell’imponente ufficio dell’Assessore, scopriamo che il Comune ha intenzione di attivare un cosiddetto – nelle parole dello stesso Da Empoli – ‘dipartimento delle sorprese’. Un piccolo spin-off dell’Amministrazione, che si occupi di creare progetti di arte pubblica con uno stile guerrigliero. Per Postcards from Beirut è come un invito a nozze: il progetto ci permette di giocare con una delle nostre grandi passioni, ovvero gli stilemi, i riti e i miti della burocrazia pubblica.

In un tempo fulmineo – degno di un poema epico – PfB concepisce e scrive quindici progetti, tutti raccolti in un unico concept creato per l’occasione: l’Ufficio Imprevisti del Comune di Firenze.

I progetti vengono recepiti dall’Assessore con evidente entusiasmo, al punto che, alla nostra richiesta di un piccolo appoggio, simbolica del nostro essere ‘ufficio comunale’, ci offre di occupare la stanza vacante accanto alla sua, al piano nobile di Palazzo Vecchio.

Postcards from Beirut è stupito, emozionato, felice, non riesce a credere che tutto questo – in Italia, a Firenze – possa accadere a un gruppo di artisti. E infatti, dopo poco, l’entusiasmo inizia a scemare: le prime difficoltà iniziano a comparire. Affidati alle mani ‘esperte’ della burocrazia comunale, i nostri progetti cominciano a essere decimati. I Vigili Urbani si offendono all’idea del nostro ‘Vigilone’ buono, questioni di sicurezza, territorialità, competenze soffocano pian piano la nostra creatura. Il progetto viene completamente snaturato, il tutto nella totale latitanza della politica. Passati diversi mesi di lavoro, in seguito all’ennesima storpiatura dell’Ufficio Imprevisti, decidiamo di abortire il tutto. (PfB)

Mi piacerebbe partire da questa piccola raccolta curata di progetti non ancora realizzati che tenta di aprire una riflessione intorno alla complessità della produzione e della pratica artistica, e contribuire a questo ragionamento cercando di immaginare dei formati che generino occasioni, modalità e strategie risolutive di supporto alla ricerca: presentare in questa occasione otto progetti che non hanno ancora trovato uno spazio e un tempo è forse un modo per iniziare a farlo. (Eugenia Delfini)